“Magiche Fantasie” – spettacolo di magia di Sergio Brasca

Sabato 3 febbraio 2018, presso il Teatro Giovanni XXIII di Cusano Milanino, è andato in scena lo spettacolo di magia “Magiche Fantasie” di Sergio Brasca, prestigiatore cusanese conosciuto nel mondo della magia, con un background che lo vede impegnato anche nel mondo del teatro. Sergio si esibisce per teatri, televisioni, congressi e molto altro, dimostrando di essere un’artista a tutto tondo.  Il suo impegno culmina con l’interpretazione del Mago (sia prestigiatore che attore) nella celebre Traviata di Verdi diretta da G.Bertolucci al Teatro Regio di Parma.

“Magiche Fantasie” è uno spettacolo misterioso ma anche a tratti esilarante, adatto ad un pubblico vario, dal bambino all’adulto, permettendo così allo spettatore di farsi coinvolgere nell’incantato mondo dell’illusione e, per i più grandi, tornare per una sera a vedere con gli occhi “stregati” dei bambini.

100%Danza ha partecipato con Emanuela, Roberta Floriana e Miriam, con due coreografie, una in apertura e una in chiusura allo spettacolo e assistendo in modo attivo il mago durante i suoi numeri.

E’ stata un’esperienza interessante, sicuramente nuova, dove il mondo della danza ha incontrato il mondo della magia, apparentemente lontani ma con tanti punti in realtà in comune: attenzione, precisione, improvvisazione, tecnica e sicuramente tanta, tanta preparazione e allenamento alle spalle. Un’occasione che, sicuramente, andrà ad arricchire sempre di più il nostro bagaglio di esperienze.

 

Motivazione: come trovare la voglia di fare sport

Lo sappiamo tutti benissimo: fare sport è importantissimo a qualsiasi età, eppure… eppure spesso è difficile. Non abbiamo tempo, non ci sono scuole o palestre vicine, in inverno fa freddo, magari piove pure… Quante volte ci siamo detti che il motivo era uno di questi? Quante volte sapevamo perfettamente, però, che la verità era un’altra? Spesso, infatti, a spingerci a non fare sport sono pigrizia e mancanza di motivazione. Ecco allora qualche trucchetto per aiutarci a trovare la motivazione e riprendere a fare sport.

motivazione: Iscriversi

Vi sembrerà banale, ma il primo espediente è proprio iscriversi a un corso o a una palestra. Prendere un impegno che non sia solo con voi stessi ma anche con una struttura, vi aiuterà a mantenere il proposito di frequentare le lezioni. Senza dimenticare che l’idea di aver investito del denaro sarà sicuramente uno stimolo a continuare con impegno e costanza!

Cominciare il giorno stesso

Una delle insidie maggiori in cui cade chi non è appassionato di sport è il rimandare al giorno dopo. Ci illudiamo pensando che domani ci sentiremo molto più carichi e che sicuramente troveremo la voglia e la forza di cominciare il corso oppure la palestra. Finiamo così per rimandare all’infinito finché, ormai arrivati a marzo, ci diciamo che ormai è tardi, tanto vale aspettare settembre (e al mare ci andiamo in muta da sub perché ci sentiamo in colpa). Come evitare tutto ciò? Alzatevi, andate nella scuola o palestra dove pensate di iscrivervi e cominciate subito con la prima lezione. Una volta rotto il ghiaccio sarà più facile tornare le volte successive.

Pensare a tappe

Alzarsi dal divano o dal letto per andare in palestra o a lezione è una scocciatura, soprattutto se piove, siamo stressati dal lavoro e vorremmo tanto passare quel tempo a riposarci o guardare una serie tv. Un modo per rendere tutto ciò meno “traumatico” è pensare un pezzetto alla volta. Invece di dirci “devo andare a lezione/in palestra, che barba” cominciamo a pensare: “ora mi alzo e mi vesto”, una volta pronti penseremo: “adesso preparo la borsa”, e poi: “ora esco e mi incammino…”. Affrontare il compito una tappa alla volta, frammentare le azioni godendovi ogni attimo, vi aiuterà a percepire l’andare a fare sport come un impegno meno pesante e senza quasi rendervene conto, taaaac!, vi ritroverete in palestra o a scuola.

Piccoli obiettivi

Lo sappiamo, per ottenere dei risultati servono tempo e costanza. Porci obiettivi irrealistici perché troppo al di sopra delle nostre capacità non solo ci farà sentire frustrati quando non li raggiungeremo ma ci porterà poi ad abbandonare lo sport, convinti che non faccia per noi o sia inutile. Poniamoci quindi piccoli obiettivi alla volta. Inoltre, guardarsi ogni giorno allo specchio alla ricerca di un miglioramento, un etto in meno, un muscolo più tonico non solo non serve a nulla ma porterà solo a sentirci delusi.

No ai sensi di colpa

Per qualcuno possono essere un ottimo aiuto per mantenere alta la motivazione, spesso però i sensi di colpa portano invece all’effetto opposto. Un giorno invece della solita oretta di allenamento abbiamo finito dopo 45 minuti? Non diciamoci, “ecco, oggi ho fatto solo 45 minuti, 15 minuti in meno”, pensiamo invece in positivo, focalizziamoci su ciò che abbiamo fatto piuttosto che su ciò che non abbiamo fatto. “Oggi sono andato al corso e mi sono allenato per 45 minuti” dovrà essere il nostro pensiero. Praticare sport non deve diventare un motivo di stress e angoscia, anzi, piano piano diventerà un piacere se sapremo viverlo serenamente.

Non da soli

L’ambiente in cui si pratica sport è fondamentale. La compagnia, poi, può essere un grande aiuto. Frequentare un corso e avere quindi dei compagni rende l’allenamento più piacevole. Gli altri poi possono essere fantastici nello stimolarci quando abbiamo meno voglia e l’idea di scambiare quattro chiacchiere nello spogliatoio rende l’idea di andare a lezione decisamente più invitante. Ecco perché per chi ha la motivazione bassa e teme di non riuscire a essere costante, scegliere un corso piuttosto che un allenamento solitario può essere la decisione migliore.

Seguire il blog 100%danza 🙂 

Ricevere ogni tanto consigli e trucchetti su come vivere al meglio l’attività sportiva può essere un utile sprone soprattutto quando ci si sente svogliati o affaticati. Quindi, continuate a leggerci! 🙂

La motivazione c’è ma siete preoccupate all’idea di riprendere a fare sport dopo un mese (magari anche due) di pigrizia? Ecco 5 consigli per riprendere al meglio!

Riprendere danza dopo le vacanze: 5 consigli

Avete resistito tutta l’estate e finalmente il momento sta per giungere: ricominciano le lezioni di danza! Siete al settimo cielo ma all’improvviso vi viene in mente che, essendo stati fermi per più di un mese, riprendere danza non sarà facile.

Ecco qualche consiglio per ricominciare con il piede giusto, evitando di passare le prime settimane a rimpiangere i pomeriggi trascorsi sulla sdraio.

Non esagerare

Non vedete l’ora di tornare a danzare, di imparare nuovi passi e volteggiare in nuove coreografie… Perfetto, ma non fatevi prendere dall’euforia. Riprendete l’attività con calma e in maniera graduale,  eviterete così di farvi male.

Il  fisico che è rimasto a riposo per diverse settimane ha perso forza ed elasticità. Se mentre svolgete i primi esercizi non vi sentite in forma come qualche mese prima, non c’è da preoccuparsi. Con pazienza tornerete alla forma che avevate prima delle vacanze.

Stretching, stretching e ancora stretching

Gli esercizi di allungamento, lo sapete bene, sono fondamentali per qualsiasi atleta e lo sono ancora di più quando si deve recuperare l’elasticità persa durante le settimane di risposo. Con ancora più attenzione di quella che impiegate durante l’anno, dedicate allora del tempo allo stretching, sia prima sia dopo le lezioni di danza. Anche in questo caso, però, vale la regola del non avere troppa fretta: scegliete gli esercizi in modo da affrontarli con gradualità, senza correre.

La ripresa passa anche dal cibo

Ebbene sì, per riprendere al meglio l’attività sportiva è fondamentale anche ricominciare con le buone abitudini alimentari. Se in vacanza ci siamo concessi qualche gelato in più, ora è il momento di nutrirci in maniera corretta e soprattutto di non scordare di idratarci.

Preparare la borsa

Anche la mente ha bisogno di tornare piano piano ai ritmi che aveva prima delle vacanze. Un metodo per aiutarla a rientrare nel clima da sport è quello di preparare la borsa e tutto il materiale che ci servirà a lezione. Non solo ci renderemo conto se abbiamo tutto il necessario o dobbiamo procurarci qualcosa, ma questi preparativi ci aiuteranno anche ad allenare la nostra mente agli impegni che riprenderanno con l’arrivo di settembre.

Un bagno caldo per tornare come nuovi

Se nonostante questi accorgimenti dopo le prime lezioni doveste avere qualche dolorino, non preoccupatevi. È normale e passerà! Per accelerare la “guarigione”, il classico rimedio della nonna non sbaglia mai: un bel bagno caldo con del sale grosso, qualche massaggio e vi sentirete subito meglio.

Se invece è la motivazione quella che vi manca, ecco 7 consigli per (ri)trovarla!

E voi conoscete altri espedienti per riprendere danza al meglio dopo le vacanze?

 

Dote Sport 2017: bando aperto

Anche quest’anno Regione Lombardia propone l’iniziativa Dote Sport.

La Dote Sport è un rimborso in denaro – integrale o parziale – delle spese sostenute dalle famiglie nel periodo da settembre 2017 a giugno 2018, per l’attività sportiva dei propri figli minori il cui valore potrà variare da un minimo di € 50 a un massimo di € 200.

Le domande possono essere presentate dal 18 settembre al 31 ottobre 2017 (ore 16.00) online al sito www.regione.lombardia.it. (clicca sul link)

Per poter accedere al bando Dote Sport è necessario che:

  • almeno uno dei due genitori (o tutore) sia residente in modo continuativo in Lombardia
    da almeno cinque anni alla data di presentazione della domanda di Dote
    Sport o comunque entro il 31 ottobre 2017 (scadenza del bando);
  • la famiglia sia in possesso di un indicatore ISEE non superiore a € 20.000 o non superiore a € 30.000,00, nel caso di nuclei familiari in cui è presente un minore diversamente abile.

La domanda prevede l’autocertificazione, senza documentazioni da presentare o allegare. È
necessario, però, possedere l’attestazione ISEE in corso di validità e la preiscrizione o iscrizione al corso sportivo scelto per il minore.

Per presentare la domanda non occorre avere già pagato l’iscrizione o la pre-iscrizione. Nella domanda di Dote va dichiarato il costo complessivo, mentre la ricevuta di pagamento andrà presentata con la richiesta di rimborso alla fine del corso.

La Dote Sport viene assegnata, fino a esaurimento delle risorse, tenendo conto dell’ordine di graduatoria con priorità per le famiglie con valore ISEE più basso. Può essere presentata una sola domanda per ogni nucleo familiare.

Per ulteriori informazioni :

Numero verde: 800.318.318 (da lunedì a venerdì 8.00-21.00 e il sabato  8.00-20.00)
Email[email protected]

 

 

 

 

Esercizi da fare in spiaggia

4 esercizi da fare in spiaggia

Durante le vacanze, si sa, un po’ di relax ci vuole. Avete mai pensato però che la spiaggia fornisce un sacco di spunti per fare un po’ di esercizio?
Se non volete abbandonarvi completamente alla pigrizia ed essere pronti a settembre per riprendere le vostre attività sportive senza che il lungo periodo di fermo si faccia troppo sentire, ecco qualche esercizio da fare in spiaggia non troppo impegnativo.

1. Spalmarsi la crema solare

Che cosa c’entra la crema con l’esercizio? Beh, prima di tutto esporsi al sole con una protezione adeguata è una gran buona abitudine. Inoltre, può essere anche un’ottima occasione per fare dello stretching! Quindi niente richiesta di aiuto al belloccio della spiaggia e via di olio di gomito!

2. camminare a bordo d’acqua

Ebbene sì, una passeggiata in riva al mare, con l’acqua a metà polpaccio, può essere davvero utile. La resistenza dell’acqua e l’instabilità della sabbia, infatti, sollecitano i quadricipiti e mobilitano i muscoli.
Sapevate poi che camminare è il modo migliore per ottenere un’abbronzatura uniforme?

Esercizi da fare in spiaggia

3. ALLENARE LE BRACCIA

Siate temerari e avanzate nell’acqua fino alle spalle. Allungate le braccia lateralmente tenendo i pollici sollevati e muovetele in avanti e indietro. Se vi sentite una foca, è normale, sappiate però che nel frattempo state facendo lavorare  spalle, muscoli della schiena, del petto e delle braccia.

4. PREMIARSI CON UNA GRANITA

Via di corsa al bar della spiaggia per premiarvi con una granita rinfrescante (eh sì, correre sulla sabbia è faticoso, per questo ve lo stiamo suggerendo!). Mentre siete in coda, perché non approfittarne per un ultimo esercizio? Contraete ritmicamente glutei e bicipiti per rassodarli. Se poi vi sentite particolarmente coraggiosi e avete un gradino a portata di mano, potete utilizzarlo come step e aggiungere qualche minuto ai vostri esercizi da spiaggia.

Ora che avete passeggiato, corso, applaudito nell’acqua e vi siete spalmati di crema solare, potete concedervi la vostra granita. Buona merenda!